Pizza 2


Difficoltà:          Preparazione:

media               20 minuti + 1h/1h e mezzo

La pizza è uno dei cibi più amati nel mondo e in Italia in particolare, tant’è che ogni regione ha il proprio modo di prepararla. Inoltre ne esistono di tutti i tipi: tonda, rettangolare, al taglio, in teglia e persino fritta. Per non parlare dei tantissimi gusti che con un pò di fantasia si possono ideare.

Ad ogni modo, ciò che innanzitutto può rendere una pizza differente da un’altra è l’impasto: farina, lievito, olio..ingredienti che possono essere combinati in maniera e quantità diverse per dar vita a sapori diversi.

Di seguito si propongono due ricette differenti, semplici da realizzare anche per chi non è un pizzaiolo nato.

pizza

Ingredienti per una pizza più sottile e croccante

  • 25g di lievito di birra

  • 1Kg di farina rimacinato

  • 300g di farina 00

  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

  • sale q.b

  • acqua tiepida q.b.

Procedimento

In una ciotola abbastanza grande, unire i due tipi di farina e lavorare con l’olio, cercando di sframicare i grumi di che si formano. Scaldare due tazze circa di acqua, senza farla bollire: è importante che l’acqua non risulti eccessivamente calda in quanto ciò ucciderebbe i lieviti, nè fredda in quanto per lievitare è necessario calore. Sciogliere quindi in una tazza di acqua il lievito; aggiungere un pizzico di sale all’impasto di farina e olio e dopo aver amalgamato, allargare la farina formando dei bordi sui lati e lasciando una sorta di buco al centro, come fosse una fontana. A questo punto, unire il lievito sciolto al centro della fontana e iniziare ad impastare portando la farina all’interno per amalgamare farina e lievito. Man mano, aggiungere dell’acqua tiepida per continuare ad amalgamare e formare l’impasto vero e proprio. È bene aggiungere l’acqua poco alla volta per avere idea di quanto ne richiede la farina e di conseguenza per ottenere un impasto dalla consistenza che si preferisce: l’ideale sarà nel momento in cui il tutto sarà ben amalgamato e l’impasto non si attaccherà più alle mani. Nel caso in cui risulti troppo duro si può aggiungere ancora un pò di acqua, se troppo morbido allora si può ancora spolverizzare con la farina, avendo anche cura di staccare l’impasto dalle pareti della ciotola o dal piano su cui si sta lavorando. Dopo aver impastato energicamente per circa 10 minuti e aver ottenuto una pasta compatta e malleabile, formare una palla e infarinarla leggermente. Coprire quindi la ciotola con l’impasto con una tovaglia e infine con una piccola coperta in modo da tenerla al caldo. Lasciar lievitare per un’ora.

Trascorso il tempo, riaprire la ciotola e lavorare nuovamente per 2 minuti l’impasto. A questo punto bisognerà formare dei panetti come se si dovessero fare dei panini. Stendere ogni panetto su un piano (evitando di posizionarli troppo vicini in quanto si attaccherebbero tra loro), spolverare con un pò di farina e coprire nuovamente con tovaglia e coperta; lasciare riposare per un’altra ora-ora e mezza. È importante che la lavorazione dei panetti venga fatta in maniera più celere per evitare che la pasta si freddi. Trascorso il tempo, i panetti saranno pronti per formare la pizza che più si desidera.

Nel caso in cui si preferisce la pizza cotta in teglia e poi in forno, è consigliabile stendere il panetto con l’aiuto di un pò di farina o con le mani bagnate di acqua. Inoltre, è bene cospargere della farina nella base della teglia (ideale se la teglia è antiaderente) oppure ungere d’olio con l’aiuto di un tovagliolo (bordi compresi).

Ingredienti per una pizza più spessa e soffice

  • 50g di lievito di birra

  • 1Kg di farina rimacinato

  • 300g di farina 00

  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

  • sale q.b.

  • acqua tiepida q.b.

Procedimento

In una ciotola abbastanza grande, unire i due tipi di farina e lavorare con l’olio, cercando di sframicare i grumi di che si formano. Scaldare due tazze circa di acqua, senza farla bollire: è importante che l’acqua non risulti eccessivamente calda in quanto ciò ucciderebbe i lieviti, nè fredda in quanto per lievitare è necessario calore. Sciogliere quindi in una tazza di acqua il lievito; aggiungere un pizzico di sale all’impasto di farina e olio e dopo aver amalgamato, allargare la farina formando dei bordi sui lati e lasciando una sorta di buco al centro, come fosse una fontana. A questo punto, unire il lievito sciolto al centro della fontana e iniziare ad impastare portando la farina all’interno per amalgamare farina e lievito. Man mano, aggiungere dell’acqua tiepida per continuare ad amalgamare e formare l’impasto vero e proprio. È bene aggiungere l’acqua poco alla volta per avere idea di quanto ne richiede la farina e di conseguenza per ottenere un impasto dalla consistenza che si preferisce: l’ideale sarà nel momento in cui il tutto sarà ben amalgamato e l’impasto non si attaccherà più alle mani. Nel caso in cui risulti troppo duro si può aggiungere ancora un pò di acqua, se troppo morbido allora si può ancora spolverizzare con la farina, avendo anche cura di staccare l’impasto dalle pareti della ciotola o dal piano su cui si sta lavorando. Dopo aver impastato energicamente per circa 10 minuti e aver ottenuto una pasta compatta e malleabile, formare una palla e infarinarla leggermente. Coprire quindi la ciotola con l’impasto con una tovaglia e infine con una piccola coperta in modo da tenerla al caldo.

Lasciar lievitare per un’ora: trascorso il tempo l’impasto sarà pronto per diventare la pizza che si preferisce.

Nel caso in cui si preferisce la pizza cotta in teglia e poi in forno, è consigliabile stendere il panetto con l’aiuto di un pò di farina o con le mani bagnate di acqua. Inoltre, è bene cospargere della farina nella base della teglia (ideale se la teglia è antiaderente) oppure ungere d’olio con l’aiuto di un tovagliolo (bordi compresi).

Ingredienti per una pizza al latte (più elastica)

  • 50g di lievito di birra

  • 1Kg di farina rimacinata

  • 300g di farina 00

  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

  • sale q.b.

  • 300g di acqua tiepida

  • 300g di latte (a temperatura ambiente o tiepido)

Come procedimento è possibile seguire quello per la pizza più spessa e soffice, aggiungendo il latte nel momento in cui si aggiunge anche l’acqua.

pizza

Rating: 5.0/5. From 6 votes.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Pizza

  • Antonia

    Ottima ricetta!! Complimenti 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻😍

    Rating: 5.0/5. From 1 vote.
    Please wait...
    • Viviana L'autore dell'articolo

      Grazie mille!! 😀 😀

      No votes yet.
      Please wait...